Eh si…!! Il progetto di bellezza procede piano piano, e al Celacanto accade ogni giorno. A partire dal progetto dei lavori sugli spazi, passando dalle residenze, tanta bella gente, mentre si aspetta e si lavora creando per la nuova Gallery. L’atmosfera che si respira è molto rilassante, complice il mare che fa da cornice a tutto.

Oggi il mese di ottobre lo abbiamo iniziato con l’esperimento della degustazione allestita per accogliere i ciclisti di Salento Bici Tour, i nostri amici sul fronte della mobilità a inquinamento 0. Un gruppo di 10 turisti svedesi fanno sosta per un po’ al Celacanto, dopo un lungo tratto in bici sulla Otranto-Leuca.

All’ospitalità solidale e all’accoglienza io, Simona, e Marta con la prima partecipazione di Emanuele mentre Geri è lì che prepara l’evento di un insolito laboratorio musicale. Il gruppo di svedesi era in tutti molto visibilmente accaldato e parcheggiate le bici, a turno e rigorosamente in inglese chiedevano “un bagno” per rianimarsi un po'. Il sole picchiava e loro sono i freddi svedesi.

E solo subito dopo, con Marta da mediatrice linguistica, due parole sul progetto con la sua valorizzazione e il suo numero di bagni realizzato.

Il Celacanto, oggi, 1 ottobre, è più bello del solito, un tavolo recuperato e riportato con orgoglio e con l’aiuto di Paolo alla sua originaria bellezza, i cuscini gialli di Simona, una tela recuperata per lasciarci un dipinto bellissimo in alto in fondo alla sala, le nuove tovagliette di paglia azzurro mare sui tavolini su un pavimento di cemento bianco, a detta anche di Marta, ancora da trattare. Piano piano prendono vita colori e forme di un abitare quel luogo, giorno dopo giorno, aperto e accogliente come lo desideriamo.

Alla guida del prodotto da gustare l’Azienda Merico nella figura di Marta che dalla cucina abbiamo visto entrare puntale e sorridente per le 12.30. Attrezzatissima con la bellissima linea di oli da tavola, un barattolo di olive e la ricotta per un dessert tutto speciale all’olio al limone. Il bello delle degustazioni è il lavoro creativo di squadra, capire in base al numero di visitatori come meglio allestire gli spazi, per non parlare della cura dell’apparecchiamento: un’arte che la fretta ci ha sottratto; ed è un peccato, perché l’arte dell’apparecchiare educa alla bellezza dello stare insieme e io e Simona ci siamo dedicate con evidente passione.  Marta è una donna davvero in gamba, guida l’azienda di famiglia con lungimiranza, senso pratico e determinazione, un bell’esempio da vedere all’opera. La cosa più bella per noi che vogliamo il Celacanto bene comune è vedere in queste felici occasioni comprare un prodotto di questo territorio. Inorgoglisce! Rocco e Silvia invitati a un matrimonio, forse l’ultimo di una serie, ma a parlare dell’arte della panificazione ci sono il pane e le frise gentilmente donate per far saggiare la qualità dell’olio e i sapori degli ortaggi degli Orti di Peppe.

Aspettando il Mercatino che riprenderà in veste autunnale il 22 ottobre ci divertiamo a immaginare la Gallery, degustando anche noi qua e là...